Il pentimento che piace a Dio

08
Mar

“Dio lo ha innalzato… per donare al popolo d’Istraele il pentimento e il perdono dei peccati”. Atti 5:31
Cristo è venuto per proclamare la buona notizia della resurrezione a nuova vita; egli è venuto per liberare l’uomo dalla prigione del peccato, dalla condizione di schiavitù nella quale il principe delle tenebre trattiene questo mondo.
Il Salvatore ha in cuore di rendere forte il debole, di aprire le orecchie di colui che è sordo all’amore e alla misericordia divini. Per questo egli dice: “colui che viene a me, non lo caccerò fuori.” Giovanni 6:37.
La natura umana non ama pentirsi perché secondo il metro di questo mondo, questo equivarrebbe a mostrarsi un debole. Dio considera invece il pentimento come l’attività creatrice più elevata di cui l’uomo è capace.

Il pentimento che Dio domanda all’uomo non consiste solo nel confessare il peccato commesso; non è il tormento dell’anima o peggio, un rimorso che condurrebbe solo alla paura della punizione. Nella letteratura cattolica, il pentimento è stato descritto come un’esperienza triste, dolorosa e umiliante. Ma questo non è quello che Dio 
si attende. Certo il pentimento include un sincero dispiacere per il peccato commesso, ma Cristo vuole dare al nostro spirito abbattuto qualcosa che lo elevi. Egli vuole che mediante il pentimento il suo spirito prenda il posto della nostra mentalità egoista. Per quanto in basso siamo caduti, non c’è baratro che non possa essere colmato dalla sua grazia divina. Non esiste voragine così profonda o monte così alto da separarci dalla mano soccorritrice di Cristo, il nostro Salvatore.

Il pentimento non è una triste parola da evitare, al contrario esso ci riconcilia con Dio. Quando facciamo del Figlio di Dio il nostro punto di riferimento per ricominciare un nuovo capitolo della nostra storia, questo è il pentimento che piace a Dio. 
Agendo in questo modo noi assumiamo giorno dopo giorno la mentalità di Cristo; trasformando ogni azione egoistica in un gesto disinteressato. Quando l’esperienza del pentimento viene vissuta in questa maniera, produce un effetto largamente superiore al solo perdono per il peccato commesso.