Le sette coppe, i flagelli, costituisce la punizione di Dio su coloro che hanno preso il marchio della bestia e adorano la sua immagine. La caduta di Babilonia è figura della Chiesa Romana e di ogni sistema religioso apostata che non si relaziona con la Parola; esse sono nella storia passata e futura simbolo universale della caduta di ogni potere dominante che si oppone alla Rivelazione.

A partire dal capitolo 16, l’Apocalisse apre lo scenario sui tempi della fine che precedono il ritorno di Cristo, concentrando la sua attenzione sugli avvenimenti terribili che costituiscono il castigo di Dio agli uomini che hanno il marchio della bestia e adorano la sua immagine. Sette flagelli sono versati con impeto sulla terra, dagli angeli che eseguono il castigo. Dio punisce coloro che hanno rifiutato di ubbidire all’avvertimento recato dagli angeli, e hanno preso il marchio della bestia.

La Storia ricorda

VOCE DELLA PROFEZIA