Una chiesa tangibile

21
Giu

“Il Figlio dell’uomo è venuto a cercare e a salvare quelli che erano perduti”.
Luca 19:10
Noi possiamo fare molte domande sul tema della fede e tuttavia non cogliere il soggetto più importante. Ovvero, è possibile che noi andiamo in chiesa, che prendiamo parte attivamente agli incontri e al lavoro da svolgere, e allo stesso tempo di non riuscire a vedere lo scopo principale della chiesa, oppure di non accordare a questo soggetto la considerazione che merita. E’ possibile che la chiesa che frequentiamo si occupa di opere sociali, di radio, di canali televisivi e di ogni sorta di attività umanitarie di grande valore, ma allo stesso tempo che essa abbia perso di vista lo scopo sul quale si fonda ogni azione che può renderla efficace. Quando le attività di chiesa sostituiscono la predicazione della parola, quando la visione profetica della chiesa viene messa in discussione e al suo posto viene predicato un Vangelo soft,  o quando i membri di chiesa tendono a conseguire solo obbiettivi terreni, allora la grande questione che ci interroga è: siamo in armonia con il mandato di Cristo?
L’uomo salvato dal peccato: questo è il tema che rifulge in ogni pagina della Bibbia. Dio ha organizzato e dirige ogni risorsa del cielo in vista di questo unico scopo. La redenzione morale e spirituale è una realtà vivente e tangibile in Gesù Cristo. Non esiste limite alla potenza salvatrice della sua giustizia, al suo amore immutabile per il peccatore, alla trasformazione della nostra vita personale mediante la sua presenza. Abbiamo l’assicurazione che questi vantaggi sono veri, certi, che Gesù Cristo può e vuole salvarci dal peccato, per condurci con lui verso la giustizia. 

La chiesa è stata istituita per attirare lo sguardo su Cristo con una testimonianza di fede e carità cristiana autentica, per rispondere tangibilmente ai bisogni di tutti coloro che desiderano accostarsi a Dio, e prendersi cura di quelli che sono i meno fortunati della vita. Tutto quello che viene tolto o aggiunto distoglie dal seguire le orme di Cristo.

E’ possibile che in noi sorgono molte domande dettate dall’ansia del nostro stato di peccato o perché non abbiamo risposte sicure. Ci chiediamo: la salvezza, non sarà solo una bella parola? E’ davvero una realtà? Gesù può davvero fare di me una persona migliore? Mi potrà liberare da tutte le conseguenze e i danni causati dai miei peccati? Mi libererà dal mio egoismo che fa soffrire me e coloro che mi sono vicini?

Attraverso tutti i tempi, una moltitudine innumerevole di credenti ha trovato in Cristo la risposta affermativa. Sebbene Dio ci abbia fornito prove sufficienti per essere fiduciosi, pure Egli non rimuoverà mai i pretesti per dubitare. Coloro che cercano un pretesto per motivare i propri dubbi, li troveranno. La fede e la comprensione delle cose di Dio è ispirata dallo Spirito Santo e si manifesta solo se viene coltivata con umiltà e mansuetudine. Qualsiasi decisione prendiamo in vista di una crescita cristiana, abbandoniamo ogni illusione di poter agire indipendentemente dal sentiero che Cristo ci ha mostrato. “Vi ho lasciato un esempio, affinché anche voi facciate come ho fatto io.” Gesù – Giovanni 13:15